07 aprile, 2006

Colorare le uova naturalmente

Una delle tante attività per celebrare l'arrivo della primavera è tingere le uova sode, usanza che è poi diventata comune anche per la pasqua...

Ho quindi deciso di tradurre delle semplici, e al tempo stesso dettagliate, ricette su come colorare le vostre uova utilizzando esclusivamente dei prodotti naturali comunemente usati in cucina.

Ho trovato queste ricette sul sito di Martha Stewart dove potrete anche trovare molte deliziose attività e buone idee sulla casa, sulle feste...da fare da sole o con i vostri figli, fateci una navigatina se sapete l'inglese.

Bene...è ora di passare alla colorazione delle uova. Buon lavoro!

La vostra cucina è piena di coloranti naturali. Alimenti molto comuni, come ad esempio il cavolo rosso, le bucce delle cipolle e il caffè, possono essere utilizzati per trasformare delle comunissime uova bianche in coloratissime gemme pasquali. I vostri figli in particolare si divertiranno a scoprire quanti diverse tonalità è possibile ottenere giocando con le uova sode e con i colori naturali.


MATERIALI: coloranti naturali (cavolo rosso, curcuma, bucce di cipolla, barbabietole e caffè); una pentola (in cui bollirete le uova); aceto bianco; un setaccio; delle ciotole di dimensioni ridotte; uova; un grande cucchiaio di metallo; scottex; qualcosa su cui far asciugare le uova

RICETTE

Scegliete uno fra i prodotti coloranti elencati e mettetelo in una pentola utilizzando la quantità indicata in seguito. Aggiungeteci ora 1 quarto di litro di acqua e due cucchiai di aceto bianco, se per coprire le "erbe" fosse necessaria una quantità d'acqua maggiore, aumentate in proporzione anche la quantità di aceto. Portate a ebollizione e abbassate la fiamma lasciando bollire gli ingredienti per 30 minuti. Filtrate e raccogliete il colore in una ciotola (la dimensione di quest'ultima è importante poichè l'uovo dovrà essere totalmente immerso nella soluzione colorante, cercate quindi di non utilizzare delle ciotole troppo grandi)

Cavolo viola: 4 tazze di cavolo finemente tagliato

Curcuma: 3 cucchiai

Buccia di cipolla: 4 tazze di bucce (quindi bucce di circa 12 cipolle; utilizzate solo la parte secca)

Barbabietole: 4 tazze di barbabietole tagliate finemente

Caffè: 250 ml di caffè ristretto (che userete al posto dell'acqua)


INFUSIONE A FREDDO
Per colorare le uova con questo metodo dovete bollirle separate dagli ingredienti necessari per creare il colorante. Con l'aiuto di un cucchiaio immergete le uova sode già raffreddate nella soluzione colorante (anch'essa raffreddata) e le lasciatele in infusione per un arco di tempo che può variare dai 5 secondi ad un'intera notte, a seconda dell'intensità del colore che volete ottenere.
Una volta ottenuta la tonalità desiderata toglietele, sempre utilizzando un cucchiaio, dal colore e asciugatele delicatamente con un foglio di scottex, lasciandole poi asciugare completamente su una reticella.
Con questo metodo le vostre uova saranno di tonalità delicate, traslucide, ma potrebbero anche assumere una colorazione irregolare se non venissero girate durante il bagno di colore.

INFUSIONE A CALDO

Per tingere le uova a caldo bisogna bollirle nella tintura; il calore permette al colore di saturare i gusci dando così delle tonalità più intense e omogenee. Immergete le uova ancora crude in un pentolino contenente la soluzione filtrata, porate a ebollizione e proseguite la cottura per il tempo indicato nella tabella dei colori (che posterò domani...abbiate solo un pò di pazienza). Togliete le uova dalla soluzione colorante e asciugatele come indicato nella ricetta per l'infusione a freddo.


4 commenti:

ghislaine ha detto...

bravissima. aspetto il seguito

una nonna ha detto...

bravissima. aspetto il seguito

cartilla ha detto...

MOLTO BELLE! COMPLIMENTI!
UNA CURIOSITà: MA POI SI MANGIANO??

cartilla ha detto...

MOLTO BELLE! COMPLIMENTI!
UNA CURIOSITà: MA POI SI MANGIANO??